ARTETERAPIA A MEDIAZIONE TAETRALE E NARRATIVA

Teatro, danza, musica, arte plastica e pittorica compongono il panorama delle arti terapie, interventi a mediazione artistica in cui il processo creativo è posto al servizio degli obiettivi terapeutici: non solo l’arte in sé, infatti, nasce antropologicamente come linguaggio universale di espressione e rielaborazione delle emozioni individuali e collettive, ma grazie allo sviluppo dei modelli di intervento propriamente arteterapeutici elaborati nel corso del Novecento, è possibile oggi utilizzare la creatività e il potenziale espressivo delle persone come risorsa essenziale nei percorsi di crescita e guarigione.

A chi si rivolge
Innanzitutto, occorre sapere che le artiterapie non sono solo per i bambini! Spesso si tende a pensare che tutto ciò che è creatività, sperimentazione e gioco espressivo sia prerogativa unica dell’infanzia, ma non è così: per quanto i bambini in arteterapia possano essere avvantaggiati dalla minore presenza di freni inibitori e giudicanti rispetto a quanto solitamente accade per gli adulti, le metodologie a mediazione artistica sono di grande beneficio a qualsiasi età perché permettono di esprimere, in maniera immediata e sintetica, contenuti molto profondi.
Gli interventi vengono condotti in gruppo o in seduta individuale, in ambito socioeducativo, riabilitativo o preventivo e di promozione del benessere.

Come funziona
Le metodologie principali afferiscono all’ambito teatrale, o della danza e del movimento, della musica o dell’arte visiva. Tuttavia non è raro che alcuni professionisti , anche in ragione del loro personale percorso artistico, possano avvalersi di molteplici elementi per strutturare un intervento a mediazione artistica.

Perché funziona
Le terapie a mediazione artistica offrono un contesto di immediato benessere, anche solo per la piacevolezza intrinseca dell’attività, favorendo così il miglioramento del tono dell’umore e la compliance del paziente anche rispetto a successivi interventi in altri ambiti.
Risvegliano inoltre le risorse creative naturalmente insite in ciascuno di noi, promuovendo l’attivazione di migliorate strategie di coping e la resilienza.
Tuttavia il tratto peculiare delle artiterapie consiste nel permettere alle persone di esprimere contenuti anche molto profondi e complessi tramite un linguaggio non verbale: ciò consente la partecipazione a percorsi terapeutici anche a persone con compromissioni cognitive importanti, o a bambini in età prescolare che necessitano strumenti espressivi alternativi alla parola.


Con Lavinia Costantino, attrice e formatrice teatrale, danzaterapista, esperta di narrazione in ambito terapeutico
Per info e prenotazioni: etaevolutiva@centroilmelograno.it3476631883

© 2018 Centro Il Melograno A.P.S. - Psicologia e Servizi alla Persona - C.F. 94060860155